< Torna alla Home
PIRELLI.COM / Persone&Ambiente

Sviluppo sostenibile: i nuovi materiali tra natura e innovazione

C’è un lungo filo, che collega mondi apparentemente lontanissimi. Un filo che lega natura e innovazione, dall’albero della gomma alla più alta tecnologia dei nostri pneumatici. Siamo sull’isola di Sumatra, in Indonesia. Ci troviamo in una delle zone più esotiche del mondo: arcipelaghi, foreste, vulcani e natura. Ma Indonesia, un paese chiave per Pirelli, non significa solo questo. È anche una delle terre più attive nella coltivazione dell’Hevea Brasiliensis, meglio noto come l’“albero della gomma”, dalla cui corteccia si estrae una delle più preziose materie prime presenti in natura. Da questa pianta deriva, infatti, la gomma naturale, scoperta già secoli fa e adottata per molti utilizzi data la sua caratteristica di estrema elasticità. Pianta, come già si intuisce dal nome, nativa del Sud America, in particolare dell’Amazzonia, ma che grazie agli scambi commerciali e al colonialismo è arrivata fino al sud-est asiatico, dove ha trovato un clima e un habitat adatto alla crescita.

Oggi in Indonesia moltissime famiglie – 2 milioni circa – sono dedite alla coltivazione dell’albero della gomma naturale e su questo basano il loro sostentamento ormai da generazioni. Famiglie di coltivatori, piccoli produttori locali, proprietari di ridotti appezzamenti di terreno dove nasce e cresce l’Hevea Brasiliensis. I farmer: sono proprio loro i protagonisti di questa nostra storia. Il loro è un lavoro molto delicato, che richiede grande attenzione. Per essere un buon farmer, un coltivatore deve necessariamente possedere un mix di esperienza e precisione, in ogni suo minimo movimento. Solo così si riesce a ottenere un prodotto di altissima qualità e adatto alla lavorazione. Questa attività si chiama tapping e consiste nel rifilare  la corteccia – grazie a un apposito attrezzo – con estrema delicatezza, così da non danneggiare la pianta e mantenere alta la sua produttività, cercando di evitare possibili contaminazioniche influenzerebbero negativamente il tasso qualitativo del prodotto. La grande attenzione posta nella fase dell’intaglio ha un ruolo fondamentale anche nella salvaguardia delle piante: se intagliate male, la loro salute ne soffre e la loro produttività diminuisce radicalmente. Se il lavoro viene eseguito secondo tutte le regole, invece, si preserva la salute dell’albero e dell’ambiente circostante. Quando una pianta è intagliata male, diventa improduttiva per i farmer e diviene alto il rischio che venga abbandonata, portando a nuovi disboscamenti per fare spazio a nuove piantagioni di Hevea Brasiliensis, spesso incidendo sulla biodiversità locale.
Il lavoro dei farmer peraltro ultimamente è stato reso ancor più arduo dall’abbassamento del prezzo di mercato della gomma naturale, un problema che da diverso tempo sta colpendo questo settore.

Pirelli non acquista la gomma naturale direttamente dai coltivatori, ma dalle aziende che fungono da “processori”, ovvero da coloro che comprano la gomma naturale grezza direttamente dai farmer e la lavorano per renderla utilizzabile dalle aziende come Pirelli. Uno dei maggiori processori indonesiani è Kirana Megatara, un’azienda che possiede il 18% del mercato della gomma naturale in Indonesia e da cui Pirelli acquista la materia prima. Pirelli e Kirana hanno sigillato una partnership che va oltre il rapporto commerciale: è un legame che si costruisce e si rafforza sempre più anche attraverso il collante della responsabilità sociale. I due partner sono protagonisti di una storia di sostenibilità a favore dei farmer locali e delle loro famiglie.

Per questo motivo periodicamente Pirelli e Kirana Megatara organizzano un’evento chiamato tapping competition, che anche quest’anno ha visto i migliori “tapper” del luogo sfidarsi amichevolmente sui migliori metodi di intaglio, in una giornata di vera festa per grandi e piccini. Prezioso obiettivo della giornata era però anche quello di diffondere consapevolezza tra i farmers presenti circa le migliori tecniche di coltivazione e intaglio, necessarie per ottenere un prodotto sempre più puro, libero da contaminazioni e quindi contraddistinto per il suo alto livello di qualità, e quindi necessarie per aumentare i guadagni delle famiglie. A fine giornata sono stati premiati i tre migliori tapper tra i farmer che forniscono gomma naturale a Kirana Megatara, che   grazie a un intaglio perfetto si sono aggiudicati premi per loro e le loro famiglie. 
Ma la partnership tra Pirelli e Kirana vuole dare un supporto a tutto tondo, andando oltre l’attenzione alla produttività, per quanto questa resti essenziale per la competitività dell’intero settore produttivo della gomma in Indonesia. Serve supporto allo sviluppo delle giovani generazioni, serve guardare al futuro e questo non può che passare, tra l’altro, dal diritto allo studio dei giovani del luogo. Per questo Pirelli e Kirana Megatara erogano borse di studio a favore dei figli dei farmer locali, in modo che possano garantirsi un’istruizione adeguata e portare alle proprie famiglie un aiuto nello sviluppo delle proprie attività e delle proprie comunità, oltre che a un’attenzione sempre maggiore alla preservazione dell’ambiente circostante, con animo sempre più consapevole.
Questa storia non ci parla solo dell’importanza della materia prima per avere un prodotto di qualità.

Perchè è solo grazie ai più piccoli e alla loro formazione che si può confidare in un cammino che continuerà a portare risultati. Aumento della produttività e del welfare della popolazione locale, maggiore salute per le piante e minor disboscamento. 
Un impegno costante verso un obiettivo chiamato futuro che per Pirelli si traduce nel vivere la sua responsabilità sin dai primi stadi della catena del valore.

Leggi il resto